News

RUMORI MOLESTI IN CONDOMINIO

Spostamento di mobili, animali, musica ad alto volume, scarpe, tacchi, condizionatore, clacson della macchina, urla. Come comportarsi in caso di rumori molesti in condominio?

Il superamento della normale tollerabilità viene verificato da una perizia fonografica.
Il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo si configura quando il rumore arrechi pregiudizio non a una o a specifiche persone, bensì a un numero rilevante e indeterminato di persone (anche se poi a lamentarsi è una soltanto). Nel primo caso, l’illecito rimane solo civile. La questione può sembrare paradossale: infatti, nel caso di un palazzo disabitato durante le vacanze estive, se il rumore arreca molestie all’unico condomino rimasto in città, quest’ultimo non potrà mai invocare la tutela penale.

Se il condomino rumoroso è locatario, a rispondere del reato non è il proprietario, ma appunto l’inquilino: ciò in quanto la responsabilità penale è personale.

Nuovo Studio Castano Team

Team Casa Castano

Comments are closed.