News

Dopo aver comprato casa…

behavior-change-expert-questions

Ecco alcune delle cose da fare subito dopo essersi trasferiti in una nuova casa:

Imu

Introdotta nel 2011 con la “Manovra salva Italia”, ha accorpato l’IRPEF, le addizionali in relazione ai redditi fondiari su beni non locati e l’ICI. Il suo pagamento è dilazionato in 2 rate. Le aliquote variano in base alle zone e per maggiore chiarezza è preferibile rivolgersi al Comune di riferimento. La legge di Stabilità 2014 ha abolito l’IMU sulla prima casa, unica eccezione l’immobile indicato di lusso – appartenente alle categorie catastali A/1 A/9 A/8.
Dal 2016 l’assimilazione all’abitazione principale è estesa anche alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari anche se non hanno la residenza anagrafica.
Resta in vigore sulla seconda casa.

Imposta sui redditi (Irpef)

L’imposta sul reddito delle persone fisiche riguarda ormai solo gli immobili concessi in locazione. Per alcuni immobili locati è possibile usufruire di un regime fiscale particolare, la “cedolare secca”: essa si applica a tutti i fabbricati a destinazione abitativa, nonché alle relative pertinenze.

Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani (Tari)

Trattasi di una tassa comunale che riguarda i rifiuti domestici. Nel momento in cui si acquista una nuova casa bisogna comunicare al “vecchio” Comune di riferimento la cessazione riguardante l’abitazione precedente, e recarsi all’Ufficio Tributi del “nuovo” Comune comunicando tutti i dati necessari al nuovo calcolo.

Trasferimento della residenza

È importante comunicare il trasferimento di residenza entro 18 mesi dalla stipula dell’atto, in quanto sarebbe possibile così beneficiare delle agevolazioni che riguardano la prima casa.

Patente e libretti

Questi documenti contengono, ovviamente, i dati risalenti al momento in cui sono stati rilasciati: nel caso del cambio di residenza, quindi, continueranno a riportare l’indirizzo precedente. Per ovviare a ciò, tramite posta è possibile ricevere delle etichette adesive contenenti i nuovi dati, al fine di aggiornarli.

Carta d’identità

Le etichette adesive non riguardano la carta d’identità: essa, infatti, resta invariata fino alla sua scadenza.

ASL

Se si acquista una nuova casa, ma si resta nel territorio della stessa ASL, è possibile mantenere il proprio medico di famiglia e non effettuare alcuna comunicazione; qualora l’ASL di appartenenza della nuova abitazione sia diversa, invece, bisogna recarsi presso la stessa ed effettuare la scelta di un nuovo medico.

Posta

Per evitare problemi e disguidi riguardanti il cambio di residenza, Poste Italiane ha messo a disposizione un servizio molto utile: “Seguimi”, infatti, permette di inoltrare tutta la posta dal vecchio al nuovo indirizzo. Il servizio è attivabile presso un ufficio postale abilitato oppure online.

Utenze  Energia elettrica Gas e Acqua

Chiunque acquista una casa e subentra in una utenza già esistente, deve provvedere a comunicare dati riguardanti lui e il precedente intestatario; deve inoltre comunicare il numero cliente e i dati riguardanti il contatore. Chi acquista una casa di nuova costruzione, invece, fornisce dati riguardanti lui nonché il numero del contatore, la potenza richiesta e un indirizzo di fatturazione. Per quanto riguarda il gas è necessario avere anche la dichiarazione di conformità dell’impianto

Amministrazione del condominio

E’ necessario comunicare all’amministratore dello stabile, data esatta dell’atto di compravendita e dati anagrafici del nuovo proprietario.

Nuovo Studio Castano Team

Team Casa Castano

Comments are closed.