News

CEDOLARE SECCA 2019. COME E QUANDO SI PAGA

Acconto per la cedolare secca 2019

Per stabilire se è dovuto o meno l’acconto occorre controllare l’importo indicato nel rigo 81, colonna 1, del prospetto di liquidazione del 730, oppure nel rigo RB11, colonna 3, (Totale imposta cedolare secca) del modello Unico. Con riferimento agli importi arrotondati presenti nella dichiarazione dei redditi, l’acconto è dovuto se l’importo del rigo 81, colonna 1, del mod. 730, o del rigo RB11, colonna 3, del modello Unico risulta pari o superiore ad euro 52. L’acconto così determinato deve essere quindi versato:

  • in unica soluzione entro il 30 novembre se l’importo dovuto è inferiore ad euro 257,52;
  • in due rate, se l’importo dovuto è pari o superiore ad euro 257,52, di cui: la prima, nella misura del 40% del rigo 81, colonna 1 (730) o del rigo RB11, col. 3 Unico), entro il 16 giugno, la seconda, nella restante misura del 60% del rigo 81, colonna 1 (730) del rigo RB11, col. 3 (Unico), entro il 30 novembre.

Per il primo anno di applicazione l’acconto non è dovuto perché non sarebbe possibile effettuare la previsione rispetto all’anno precedente.

 

Come si paga?

Per pagare la cedolare secca 2019 ci sono due alternative:

  • la busta paga se, al momento di presentare la dichiarazione dei redditi, utilizzi il modello 730;
  • il modulo F24 se, al momento della dichiarazione dei redditi, utilizzi il modello Unico (cioè se sei un professionista, un autonomo o hai un reddito di impresa).

In quest’ultimo caso, sull’F24 troverai questi codici:

  • 1840: cedolare secca locazioni – acconto prima rata;
  • 1841: cedolare secca locazioni – acconto seconda rata o soluzione unica;
  • 1842: cedolare secca locazioni – saldo.

 

 

Nuovo Studio Castano Team

Team Casa Castano

Comments are closed.